Kombucha, cos’è e come preparare “l’elisir”

Condividi la Ricetta!

Il kombucha è un’antica bevanda fermentata alla quale vengono attribuite molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Per questo motivo il tè viene anche chiamato “elisir di lunga vita”. La sua preparazione è semplice, economica e alla portata di tutti.

Cos’è il Kombucha?

La bevanda è costituita da tè nero e zucchero bianco lasciati in infusione con una coltura di lieviti e batteri chiamata con l’acronimo SCOBY (“Symbiotic Colony of Bacteria and Yeast“,  cioè colonia simbiotica di batteri e lievito).  La coltura, dall’aspetto – poco invitante – di una grossa gelatina, fermenta il tè zuccherato donandovi in pochi giorni un “drink” fresco e dissetante, ma soprattutto colmo di fermenti vivi.

Dove trovo lo “scoby”?

Proprio come la pasta madre o i grani di kefir, il kombucha è un dono prezioso che potrete fare e ricevere. Per procurarvi il “fungo” vi consiglio di rivolgervi ai seguenti gruppi facebook, sperando che ci sia un donatore vicino a voi, altrimenti potete acquistare online la coltura su internet.

Gruppo Fb: Kefir Kombucha e non solo
Gruppo Fb: Tutto il Kombucha del mondo

Per acquistarlo su Amazon

Come si prepara il kombucha?

La preparazione è semplice ma dovete seguire scrupolosamente le istruzioni (almeno per le prime volte!).

Ricetta del Kombucha

Avrete bisogno di:
Un recipiente in vetro da poco più di un litro
Un mestolo lungo
Una garza di stoffa o un tovagliolo che proteggano il tè da moscerini e impurità ma che lasci passare l’aria
Un elastico
Una bottiglia di vetro con chiusura ermetica o a vite
Colino per il tè
Bilancia
Imbuto (può non essere necessario)

Dosi per un litro:
1 litro di acqua
5gr di tè nero BIOLOGICO
80gr di zucchero BIANCO
1 Scoby di kombucha
100ml di bevanda kombucha già pronta – chiamato liquido starter –

Preparazione
Preparate il tè: fate bollire l’acqua e aggiungetevi 5gr di tè ogni litro di acqua.
Lasciate in infusione le foglie di tè per 15 minuti.
Nel frattempo pesate 80 grammi di zucchero BIANCO.
Filtrate il tè dentro un recipiente di vetro trasparente e scioglietevi lo zucchero.
IMPORTANTE: non versate MAI la coltura dentro il tè caldo, deve essere totalmente raffreddato, altrimenti la coltura morirebbe!

Quando il tè sarà a temperatura ambiente, versatevi lo scoby e il liquido starter, coprite la garza fermata dall’elastico.
Riponete il kombucha in un luogo tranquillo lontano dalla luce diretta del sole e rimanga ad una temperatura abbastanza costante di circa 26-28° (se non avete un posto così caldo, semplicemente il tè impiegherà di più per fermentare). Il recipiente può stare anche al buio.

Consiglio: Non toccate il contenitore per i primi 8 giorni, non muovetelo!

Se la fermentazione procede bene, si formerà un nuovo scoby sulla superficie del tè.
Lasciate il nuovo baby-scoby con la “madre” per le successive fermentazioni, finchè diventerà abbastanza spesso per “cavarsela” da solo 🙂

Ricordati di tenere sempre il 10% di liquido per preparare la volta successiva la bevanda.

Due tipologie di kombucha
Kombucha in fermentazione. Nel contenitore a destra si vede un sottilissimo scoby sulla superficie che sta acquistando spessore, mentre nel contenitore a sx, la “madre” non si è posata sul fondo bensì rimane sospesa come “galleggiante”.

Quanto tempo deve fermentare il kombucha?

La fermentazione della bevanda varia in base alla temperatura dov’è stato riposto. Generalmente impiega dagli 8 ai 15 giorni.

Come faccio a sapere se il kombucha è pronto?

Assaggia il tuo kombucha dopo 8 giorni di fermentazione, se è dolce deve rimanere ancora qualche giorno, se è troppo acido avresti dovuto togliere lo scoby prima…Se, invece, si presenta dolce con una punta di acido..è pronto! Ancora un attimo di pazienza, se volete beneficiare di tutte le sue proprietà, preparatevi alla seconda fermentazione.

N.B. Se ti sei dimenticato la bevanda troppi giorni e risulta acida, puoi comunque berla, allungandola con dell’acqua o del succo di frutta.

Cos’è e come si fa la seconda fermentazione?

La seconda fermentazione è un lasso ddi tempo che varia dai 2 ai 5 giorni dove il tè fermentato precedentemente viene riposto nelle bottiglie SENZA SCOBY.

Come fare la seconda fermentazione?

Togli lo scoby dal tè e preleva 100ml di liquido per ogni litro di kombucha che vorrai a preparare nuovamente. Il restante liquido versalo in ROBUSTE bottiglie di vetro con chiusura ermetica e riporle a temperatura ambiente per 2-5 giorni. Se il tuo kombucha è particolarmente frizzantino, sfiata ogni tanto le bottiglie durante la 2° fermentazione, per evitare che la pressione possa farle scoppiare. Adesso il kombucha è pronto per essere bevuto, volendo può essere conversato in frigorifero.
Se vuoi, durante la 2f puoi aromatizzare la tua bevanda fermentata con frutta fresca, erbe aromatiche o spezie.

Video sulla preparazione del kombucha


Se durante la preparazione del vostro kombucha riscontrate problemi, scrivetemi nei commenti!
Nei prossimi articoli vi parlerò di alcune curiosità sul kombucha e le domande più frequenti sulla sua preparazione.

Condividi la Ricetta!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *